SSD AMD Radeon R7 nel test

Sebbene AMD possa già inventare CPU, schede grafiche e RAM nel campo dei componenti per PC, mancava ancora un componente di memoria permanente. E poiché il marchio Radeon si concentra sulle prestazioni, AMD non ha preso a bordo un produttore di dischi rigidi, ma un produttore di SSD. Ciò ha portato alla serie di SSD AMD Radeon R7, che ha poi alcune sorprese nel suo bagaglio, come mostra il nostro test.

Intro

Come i prodotti di memoria principale Radeon, AMD non produce da sola la serie di SSD Radeon R7.Entrare nell'affollato mercato degli SSD consumer sarebbe semplicemente troppo costoso e rischioso. Invece, AMD ha stretto una collaborazione con OCZ. Questo non è nascosto dietro le abbreviazioni OEM, ma è stampato a caratteri grandi sul retro dell'unità Radeon R7. AMD non si è limitata a comprare un prodotto OCZ e ad etichettarlo nuovamente. Invece, la Radeon R7 è diversa dalla OCZ ARCO 100 e Vector 150 su alcuni punti.

Solo la ricetta di base è la stessa: un controller di OCZ (per il quale lo specialista di controller Indilinx è stato rilevato qualche tempo fa) e flash NAND della nuova società madre di OCZ Toshiba. C'è anche il file OCZ garantisce ShieldPlus. L'ARC 100 è posizionato come un dispositivo per principianti, la Radeon R7 è pensata per far vaporizzare i computer da gioco e il Vector 150 è destinato agli appassionati assoluti.

Probabilmente non scopriremo perché il marketing ha dato al prodotto un nome con "R7", che è già stato utilizzato per un altro prodotto Radeon: una serie di schede grafiche. Ma vedremo come possono essere classificate le prestazioni di questo SSD R7 e come regge rispetto ai suoi concorrenti.

Segnalibri SSD:

Recensioni recenti SSD:

Il candidato alla prova

Dati chiave e tecnologia

Quando si studiano i dati tecnici, si nota immediatamente la relazione tecnica tra l'SSD Radeon R7 e l'ARC 100. Mentre la Flash NAND utilizzata è la stessa, nella Radeon R7 viene utilizzata una versione con clock superiore del controller Barefoot 3. Inoltre, la versione da 480 GB ha più DRAM.

le istruzioni del produttore OCZ ARCO 100 OCZ AMD Radeon R7
capacità 120/240/480 GB 120/240/480 GB
Controller A piedi nudi 3 M10 (352 MHz) A piedi nudi 3 M00 (397 MHz)
Interfaccia Serial ATA 6.0 Gbps Serial ATA 6.0 Gbps
Veloce Toshiba A19nm 64 Gbit MLC Toshiba A19nm 64 Gbit MLC
Cache DRAM 512 MB 512 MB (120 e 240 GB), 1 GB (480 GB)
fattore di forma 2,5 Zoll 2,5 Zoll
Max. Leggere 475 MB / s (120 GB), 480 MB / s (24 0 GB), 490 MB / s (480 GB) 550 MB / s (120-480 GB)
Max. Scrivi 395 MB / s (120 GB), 430 MB / s (240 GB), 450 MB / s (480 GB) 470 MB / s (120 GB), 530 MB / s (240 GB), 530 MB / s (480 GB)
Max. Leggi IOPS 75.000 85 (120 GB), 95 (240 GB), 100 (480 GB)
Max. Scrivi IOPS 80.000 90 (120-480 GB)
garanzia del produttore 3 anni ShieldPlus 4 anni ShieldPlus

Mentre l'ARC 100 era un po 'più limitato durante l'elaborazione dei dati sequenziali, strutturalmente o tramite firmware, OCZ promette velocità di lettura e scrittura significativamente più elevate per il modello di prestazioni.

Attrezzatura

L'SSD crittografa i dati con AES a 256 bit, ma sfortunatamente non supporta le specifiche TCG Opal, necessarie ad esempio per l'utilizzo dello standard eDrive di Microsoft. Sfortunatamente, non c'è nemmeno il supporto per le modalità di risparmio energetico aggiuntive come DevSleep e HIPM + DIPM. Quando prendi in mano l'unità, noti che, a 115 grammi, sembra più pesante rispetto ai modelli concorrenti (ad esempio l'850 Evo di Samsung a 66 grammi). Entrambi questi fattori non lo rendono un disco ideale per i notebook, ma poiché si tratta di un modello ad alte prestazioni, questi due punti sono meno importanti qui. In un PC gamer (gruppo target Radeon!) O in una workstation, il peso e la differenza di 1 watt in idle sono trascurabili.

tutta la vita

Ora diamo un'occhiata alla durata. OCZ promette al cliente un volume medio di scrittura di 30 GB al giorno per quattro anni "con carichi tipici degli utenti finali". Il produttore menziona esplicitamente le postazioni di lavoro come area di applicazione. La conclusione è che ottieni un volume di scrittura garantito di quasi 44 terabyte.

Durante il test delle unità ARC-100, abbiamo fatto riferimento al test di resistenza sul sito Web Kitguru.net, che ha ricevuto cinque unità ARC-100. Quando scrivi queste righe, tutte e cinque le unità hanno già l'estensione Limite di 300 terabyte superato. Poiché la Radeon R7 e l'ARC 100 utilizzano la stessa flash e il controller della R7 ha un clock "solo" più alto, si può - almeno molto attentamente - presumere che la Radeon R7 racchiuda in media anche un multiplo del volume di scrittura promesso. Ma non è raro che gli SSD raggiungano un multiplo dei volumi di scrittura promessi nei test di resistenza.

Impressioni

Oltre alla chiave per il software Acronis (vedere le caratteristiche del software), l'SSD viene fornito con un frame di installazione da 3,5 ".

 

Immagine: SSD AMD Radeon R7 nel test

 

Nella versione da 256 GB, la memoria flash NAND era divisa in 16 pacchetti, 8 ciascuno sul davanti e sul retro. Di conseguenza, ci sono più stampi nei singoli pacchetti nella variante da 480 GB.

La garanzia ShieldPlus

Per i modelli più recenti, OCZ offre l'estensione Garanzia ShieldPlus. Questo vale per ARC 100 e Vertex 460A per tre anni ciascuno e quattro anni per l'SSD AMD Radeon R7. In pratica la procedura funziona così: se hai un problema con l'SSD, contatta l'assistenza. Il numero di serie del modello è sufficiente come legittimazione, non è richiesta alcuna prova di acquisto. Nel caso in cui il supporto determini la presenza evidente di un difetto, verrà inviato direttamente al cliente un nuovo SSD, unitamente ad una bolla di reso per la restituzione gratuita del vecchio SSD.

Attrezzatura software

Insieme a Radeon R7, il cliente riceve Acronis True Image HD in bundle. Questo programma di immagini dovrebbe supportare la migrazione delle partizioni all'SSD. È incluso anche OCZ Toolbox, uno strumento per l'aggiornamento del firmware e il controllo delle proprietà SSD. UN Video Youtube illustra questo processo. OCZ Toolbox può essere utilizzato per Microsoft Windows 7 e 8 (.1), Linux e Mac OS scaricato diventare. Acronis True Image HD è disponibile per le versioni di Windows da XP a 8.

Se lo desideri, puoi utilizzare altri mezzi per assicurarti che l'ambiente operativo sia adattato in modo ottimale alle unità SSD. I parametri importanti sono:

  • La porta SATA funziona in modalità AHCI?
  • Il sistema operativo supporta TRIM?
  • È stata disattivata una deframmentazione automatica del sistema operativo?

Ambiente di test

Hardware

Stazione di prova:

Il candidato al test:

Modelli di confronto:

Software

Il nostro corso di riferimento

Il nostro corso di benchmark mira a rispondere alle seguenti domande:

  • Quanto velocemente l'SSD legge e scrive file di grandi dimensioni in sequenza e legge e scrive file piccoli a caso?
  • In che modo i blocchi frammentati (da non confondere con la frammentazione dei file!) E le risultanti scritture in lettura e modifica influiscono sulle prestazioni dopo un carico di scrittura pesante?
  • Quanto è veloce l'SSD in uno scenario di carico continuo (stato stazionario)?
  • TRIM può ripristinare le prestazioni complete?
  • Quanto è efficace la raccolta dei rifiuti?
  • Quanto è veloce l'SSD quando si verificano determinati mix di blocchi grandi e piccoli?

Benchmark sintetici

Non si può evitare l'utilizzo di benchmark sintetici, in quanto solo con questi diventano visibili i limiti tecnici degli SSD. Mostrano il massimo ottenibile.

Segno di riferimento Utilizzare
Iometer (lettura / scrittura sequenziale) Velocità massima di lettura e scrittura per blocchi di grandi dimensioni; si ottiene in pratica solo durante la lettura / scrittura di file di grandi dimensioni, ad esempio durante la modifica di video.
Iometer (lettura / scrittura casuale) Massima velocità di lettura e scrittura per l'accesso parallelo a piccoli blocchi 4k. Questi si verificano più frequentemente nel lavoro quotidiano.
AS SSD Utilizziamo questo benchmark ampiamente utilizzato per motivi di completezza.

Con questi benchmark determiniamo le prestazioni nei seguenti stati:

Stato descrizione
fresco Tutte le pagine nell'SSD sono vuote e non sono ancora state scritte. Questo è lo stato al momento della consegna o dopo una cancellazione sicura.
utilizzato Tutti i blocchi sono già stati scritti almeno una volta. (Solo per prove di scrittura)
dopo un carico pesante Prestazioni in base a uno scenario di carico riprodotto tramite i nostri profili di carico del server Iometer.
secondo TRIM Prestazioni dopo che i blocchi sono stati nuovamente rilasciati da TRIM.

In questo modo è possibile vedere se e in che misura le prestazioni dell'SSD stanno diminuendo e se TRIM può ripristinare le prestazioni originali.

Non importa se copi qualche centinaio di file MP3 o video o simuli questo lavoro con Iometer, lo sforzo è lo stesso per l'SSD. Le differenze derivanti dal file system del sistema operativo interessano quindi tutti gli SSD allo stesso modo, in modo che i rapporti tra le differenze di prestazioni rimangano gli stessi.

Traccia benchmark

La vita reale, d'altra parte, può essere simulata utilizzando benchmark di traccia come i profili PCMark o Iometer, che simulano casi d'uso. Con questi test vengono effettuati accessi pratici in maniera riproducibile.

Segno di riferimento Utilizzare
Benchmark di traccia PCMark7 PCMark7 simula vari casi d'uso rivolti principalmente a contenuti multimediali privati.
Profilo workstation Iometer Questo profilo simula una workstation molto utilizzata con accesso 8K. Due terzi degli accessi sono accessi in lettura, un terzo sono accessi in scrittura. Due terzi degli accessi sono casuali e un terzo sequenziale.
Profilo del server web Iometer Principalmente i dati di varie dimensioni di blocco vengono scaricati da un server web. Questo profilo riproduce tale lavoro.
Profilo del file server Iometer Questo profilo simula il lavoro di un file server da cui vengono scaricati e caricati file di varie dimensioni. Un quinto degli accessi sono accessi in scrittura.
Iometer non è IOMix Questo profilo è stato creato dalla rivista di settore c't. Riproduce il lavoro su un normale PC ed è stato originariamente creato per i test del disco rigido.

Per risultati pratici, eseguiamo questi test dopo che l'SSD è già stato scritto più volte con i profili di carico e si è occupato di dati attivi ad eccezione dei restanti 10 GB. Questo ti dà i valori delle prestazioni di un SSD che è già stato utilizzato ed è attualmente per lo più pieno.

Applicazioni

Testiamo meno per applicazione stessa. Ci sono due ragioni principali per questo: in primo luogo, il limite della CPU falsa il divario di prestazioni tra gli SSD. Ad esempio, quando l'SSD deve attendere che la CPU elabori determinati dati prima che l'SSD possa continuare a funzionare all'avvio dell'applicazione. A causa del limite della CPU, gli SSD si avvicinano più di quanto sarebbe il caso con CPU più veloci in seguito. In secondo luogo, molte applicazioni possono essere misurate solo con un cronometro, che è troppo impreciso per noi, soprattutto perché i risultati a volte sono distanti solo decimi di secondo. Ma eseguiamo il nostro test di copia OpenOffice di lunga durata perché è facile da riprodurre. Abbiamo aumentato la quantità di dati solo di un fattore 12. Ora sono 3,06 GB di dati in oltre 48.000 file di varie dimensioni che verranno duplicati sul test drive.

Misurazioni continue del carico

Come descritto nella sezione "Comportamento di caricamento", gli SSD collassano sotto un carico di scrittura casuale continuo se la garbage collection non può fornire blocchi liberi abbastanza rapidamente. Un tale comportamento di carico si verifica solo raramente nel normale uso domestico. Per l'uno o l'altro lettore, tuttavia, potrebbe essere interessante se un SSD è adatto anche per un uso un po 'più duro. Ad esempio, come supporto dati per un virtualizzatore, in cui possono verificarsi molti piccoli accessi in parallelo, o come disco per un ambiente di test di database.

Per questo test, lasciamo il maggior numero possibile di accessi in scrittura 4k all'SSD utilizzando l'Iometer e creiamo un grafico che mostra le prestazioni nel tempo. Ripetiamo questo test dopo una pausa di 30 minuti o 12 ore per vedere se la raccolta dei rifiuti è stata in grado di fornire blocchi liberi sufficienti per prestazioni elevate durante questo periodo. Poiché Iometer funziona con un file di prova di grandi dimensioni che non viene cancellato in qualsiasi momento, ma solo sovrascritto, viene esclusa l'influenza di TRIM su queste due ripetizioni. L'aumento delle prestazioni tramite TRIM stesso viene quindi misurato in una quarta esecuzione. Ciò avviene dopo una formattazione rapida, in cui l'unità viene "tagliata". Il file di prova viene quindi creato di nuovo.

Ci teniamo a sottolineare che questo va ben oltre i normali requisiti per gli SSD per uso domestico. Se un SSD non funziona così bene qui, non viene quindi conteggiato negativamente. Ma vogliamo scoprire quali SSD si distinguono positivamente dalla massa. Inoltre, questo test rende più facile vedere fino a che punto funziona la raccolta dei rifiuti.

MByte / so IOPS?

Normalmente, forniamo i risultati della misurazione in megabyte al secondo. Nei test del profilo, tuttavia, forniamo i risultati in IOPS (operazioni di input / output al secondo = comandi di input e output al secondo). Un comando di input o output può significare leggere o scrivere un blocco. Ciò non influisce sulla comparabilità. Se un supporto dati gestisce 128 IO al secondo in un test di scrittura con blocchi da 1.000 KB, matematicamente questo si traduce in 1.000 * 128 KB = 128 MB al secondo. Quando un sistema operativo scrive file MP3 o video, lo fa anche in blocchi e le dimensioni dei blocchi finiscono per dipendere dalle dimensioni dei file e dalla formattazione del file system. Con molti file di piccole dimensioni, questo potrebbe limitare il numero di IOPS e con file di grandi dimensioni la velocità di scrittura massima dell'SSD. Pertanto, ha senso utilizzare la specifica di IOPS ogni volta che è presente un numero elevato di operazioni di lettura e scrittura e / o sono coinvolte diverse dimensioni di blocco.

Nel caso di misurazioni di carico continue, le informazioni in IOPS hanno l'ulteriore vantaggio che le informazioni IOPS massime normalmente pubblicizzate dai produttori possono essere confrontate direttamente con i risultati reali.

risultati di misura

Lettura sequenziale

Questi due test determinano la velocità con cui possono essere letti file di grandi dimensioni. Mentre Iometer legge continuamente i dati dall'intervallo di indirizzi di test (= dimensione dell'SSD meno 10 GB), AS SSD utilizza file di test di dimensioni "solo" 1 GB. Misuriamo le prestazioni di lettura sequenziale mentre l'SSD si trova nei seguenti stati:

Stato descrizione
fresco Tutte le pagine nell'SSD erano vuote prima del test e non erano ancora state scritte. Questo è lo stato al momento della consegna o dopo una cancellazione sicura.
secondo il carico Prestazioni in base a uno scenario di carico riprodotto tramite i nostri profili di carico del server Iometer. Questo carico è maggiore rispetto al tipico uso domestico.
Note: Tra l'esecuzione dei profili di carico del server e questo test, all'SSD è stata concessa mezz'ora di inattività per la rigenerazione tramite garbage collection, come tra tutti gli altri test.
secondo TRIM Prestazioni dopo che i blocchi sono stati nuovamente rilasciati da TRIM.
Iometer - lettura sequenziale
[seq. Leggi (fresco)]
[seq. Leggi (dopo il caricamento)]
[seq. Leggi (dopo TRIM)]
Corsair Force LX 256 GB

554,4

485,5

552,5
Sandisk Extreme II 240 GB

552,9

530,4

552,4
Samsung 840 Pro 256GB

547,3

546,4

548,9
Samsung 840 Evo 250GB

542,7

542,4

542,8
Samsung 840 120GB

541,9

486,3

534,8
Crucial m550 256 GB

537,1

517,5

536,6
Sandisk Ultra Plus 256 GB

536,7

460,4

536,1
Crucial MX100 256 GB

534,2

490,4

534,3
Crucial m550 1 TB

533,3

536,5

533,8
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

503,6

422,3

503,9
Corsair Neutron GTX 480 GB

498,4

479,8

498,9
Sandisk Extreme da 240 GB

490,4

425,9

492,3
OCZ ARC 100 240 GB

459,2

389,7

456,3
MByte / s

La Radeon R7 non è nemmeno uno degli SSD più potenti in lettura. I 550 MB / s annunciati nelle schede tecniche erano basati sul benchmark Atto. Iometer e AS SSD forniscono valori notevolmente inferiori. Tuttavia, non si dovrebbe perdere di vista il fatto che la differenza misurabile del 3% nella parte superiore del campo a Iometer è così piccola che non può essere percepita nella pratica. La differenza con AS SSD è del 10%. Questo è un po 'più chiaro, ma alla fine significa solo una differenza tra 1 e 1,9 secondi per i file di test da 2 GB di AS SSD.

AS-SSD - lettura sequenziale
[seq. Leggi (fresco)]
[seq. Leggi (dopo il caricamento)]
[seq. Leggi (dopo TRIM)]
Corsair Force LX 256 GB

527,7

526,7

527,1
Sandisk Extreme II 240 GB

522,8

521,0

520,0
Samsung 840 Pro 256GB

522,6

522,4

522,2
Crucial m550 256 GB

521,5

520,1

520,4
Sandisk Extreme da 240 GB

520,5

501,2

493,7
Crucial MX100 256 GB

519,9

519,4

518,8
Crucial m550 1 TB

518,7

515,6

516,2
Samsung 840 Evo 250GB

515,6

513,6

515,4
Corsair Neutron GTX 480 GB

515,5

509,2

516,3
Samsung 840 120GB

515,2

513,4

516,1
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

512,1

510,0

511,8
Sandisk Ultra Plus 256 GB

505,1

503,6

504,6
OCZ ARC 100 240 GB

449,5

443,1

447,9
MByte / s

Scrittura sequenziale

Questi due test determinano la velocità con cui possono essere scritti file di grandi dimensioni. Mentre Iometer scrive continuamente i dati nell'area dell'indirizzo di test (= dimensione dell'SSD meno 10 GB), AS SSD utilizza file di test di dimensioni "solo" 1 GB. Misuriamo le prestazioni di scrittura sequenziale mentre l'SSD si trova in stati diversi:

Stato descrizione
fresco Tutte le pagine nell'SSD sono vuote e non sono ancora state scritte. Questo è lo stato al momento della consegna o dopo una cancellazione sicura.
utilizzato Tutti i blocchi sono già stati scritti almeno una volta.
secondo il carico Prestazioni in base a uno scenario di carico riprodotto tramite i nostri profili di carico del server Iometer. Questo carico è maggiore rispetto al tipico uso domestico.
Note: Tra l'esecuzione del profilo di carico del server e questo test, all'SSD è stata concessa mezz'ora di inattività per la rigenerazione tramite garbage collection, come tra tutti gli altri test. Poiché i risultati a volte oscillano molto fortemente con AS SSD, specifichiamo lì il corridoio tra il valore minimo e massimo.
secondo TRIM Prestazioni dopo che i blocchi sono stati nuovamente rilasciati da TRIM.
Iometer - scrittura sequenziale
[seq. Scrivi (fresco)]
[seq. Scrivi (usato)]
[seq. Scrivi (dopo il caricamento)]
[seq. Scrivi (dopo TRIM)]
Samsung 840 Pro 256GB

526,7

528,6

28,0

487,8
Sandisk Extreme II 240 GB

515,2

517,4

126,4

514,9
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

503,9

502,6

210,1

504,2
Crucial m550 1 TB

503,9

501,0

421,6

499,1
Crucial m550 256 GB

498,2

497,8

138,6

499,6
Corsair Neutron GTX 480 GB

497,5

495,4

297,3

498,2
Sandisk Ultra Plus 256 GB

484,7

482,5

39,0

483,5
OCZ ARC 100 240 GB

427,8

428,0

220,6

429,5
Crucial MX100 256 GB

342,7

342,4

49,0

342,9
Corsair Force LX 256 GB

298,9

298,8

125,9

298,9
Samsung 840 Evo 250GB

289,0

289,7

39,3

290,3
Sandisk Extreme da 240 GB

240,7

252,8

13,7

252,1
Samsung 840 120GB

133,4

133,4

27,7

133,1
MByte / s

Le prestazioni di scrittura sequenziale mostrano chiaramente che R7 combina elevate prestazioni di scrittura con una bassa perdita di prestazioni sotto carico. I due SSD OCZ hanno di gran lunga il calo di prestazioni più basso nell'area degli SSD da 240/256 GB. Nel benchmark AS SSD con i suoi brevissimi scatti di scrittura sequenziale, il concorrente EVO con il suo meccanismo TurboWrite può ancora sovraperformare, ma per il resto la distribuzione rimane più o meno la stessa.

AS-SSD - scrittura sequenziale
[seq. Scrivi (fresco)]
[seq. Scrivi (usato)]
[seq. Scrivi (dopo Last_Minimalwert)]
[seq. Scrivi (dopo Last_Maximalwert)]
[seq. Scrivi (dopo TRIM)]
Samsung 840 Evo 250GB

503,5

502,7

501,0

501,9

503,2
Samsung 840 Pro 256GB

503,0

443,3

39,7

445,9

487,7
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

501,8

500,2

498,3

499,4

501,8
Sandisk Extreme II 240 GB

491,1

489,2

289,7

444,0

488,0
Crucial m550 1 TB

486,3

485,2

483,1

484,2

485,8
Crucial m550 256 GB

483,6

482,6

481,2

482,5

483,1
Corsair Neutron GTX 480 GB

481,1

480,6

398,6

457,7

463,9
Sandisk Ultra Plus 256 GB

458,5

459,4

94,7

273,0

453,5
OCZ ARC 100 240 GB

413,7

435,9

434,9

435,4

414,4
Crucial MX100 256 GB

332,8

331,7

331,7

335,2

331,5
Corsair Force LX 256 GB

286,9

286,3

286,3

287,2

287,1
Sandisk Extreme da 240 GB

275,4

207,1

115,2

141,0

204,3
Samsung 840 120GB

128,5

128,5

127,3

128,1

128,0
MByte / s

Lettura casuale

Questi due test determinano la velocità con cui possono essere letti blocchi da 4 kilobyte. Quando si confrontano i valori tra Iometer e AS SSD, va notato che Iometer funziona con una profondità della coda di 4. Misuriamo le prestazioni di lettura in caso di accesso casuale mentre l'SSD si trova in stati diversi:

Stato descrizione
fresco Tutte le pagine nell'SSD sono vuote e non sono ancora state scritte. Questo è lo stato al momento della consegna o dopo una cancellazione sicura.
secondo il carico Prestazioni in base a uno scenario di carico riprodotto tramite i nostri profili di carico del server Iometer. Questo carico è maggiore rispetto al tipico uso domestico.
Note: Tra l'esecuzione dei profili di carico del server e questo test, all'SSD è stata concessa mezz'ora di inattività per la rigenerazione tramite garbage collection, come tra tutti gli altri test.
secondo TRIM Prestazioni dopo che i blocchi sono stati nuovamente rilasciati da TRIM.
Iometer - lettura casuale
[4K Read (fresco)]
[4K Read (dopo il caricamento)]
[4K Read (secondo TRIM)]
Sandisk Extreme II 240 GB

129,9

115,2

129,5
Samsung 840 Pro 256GB

129,6

129,8

129,5
Sandisk Ultra Plus 256 GB

125,2

56,3

125,4
Crucial m550 256 GB

120,3

120,2

119,6
Samsung 840 Evo 250GB

117,5

118,0

117,8
Crucial MX100 256 GB

117,3

116,8

117,3
Crucial m550 1 TB

115,7

116,3

115,9
Corsair Neutron GTX 480 GB

113,2

112,7

113,2
Samsung 840 120GB

106,7

106,6

106,7
Corsair Force LX 256 GB

95,5

95,7

96,1
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

88,8

88,6

88,0
OCZ ARC 100 240 GB

76,6

77,0

77,3
Sandisk Extreme da 240 GB

46,0

55,4

53,1
MByte / s

I valori misurati per la lettura casuale 4k mostrano chiaramente che il controller Barefoot 3 non può davvero distinguersi qui. Sia Iometer che AS SSD sono dietro la concorrenza. In pratica, non sembra poi così male. Come vedremo nel successivo benchmark del server web ad alta intensità di lettura, la Radeon R7 è tra le prime. Apparentemente, molti produttori ottimizzano il loro firmware per l'accesso 4k e poi lo indeboliscono con altre dimensioni di blocco.

AS-SSD - lettura casuale
[4K Read (fresco)]
[4K Read (dopo il caricamento)]
[4K Read (secondo TRIM)]
Samsung 840 Evo 250GB

38,1

36,9

37,9
Sandisk Extreme II 240 GB

34,0

33,7

33,8
Samsung 840 Pro 256GB

33,3

33,0

33,3
Sandisk Ultra Plus 256 GB

32,9

32,8

32,6
Crucial m550 256 GB

30,5

30,7

30,6
Crucial MX100 256 GB

29,8

29,7

29,7
Crucial m550 1 TB

29,6

29,5

29,4
Corsair Force LX 256 GB

28,7

28,5

28,5
Corsair Neutron GTX 480 GB

28,4

28,1

28,3
Samsung 840 120GB

28,1

28,1

28,2
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

26,8

30,3

26,7
OCZ ARC 100 240 GB

26,3

29,6

25,8
Sandisk Extreme da 240 GB

21,3

23,6

22,2
MByte / s

Scrittura casuale

Questi due test determinano la velocità con cui possono essere scritti blocchi da 4 kilobyte. Quando si confrontano i valori tra Iometer e AS SSD, va notato che Iometer funziona con una profondità della coda di 4. Le misurazioni con una profondità della coda più elevata vengono eseguite nelle misurazioni del carico continuo. Misuriamo le prestazioni di scrittura per gli accessi casuali mentre l'SSD si trova in stati diversi:

Stato descrizione
fresco Tutte le pagine nell'SSD sono vuote e non sono ancora state scritte. Questo è lo stato al momento della consegna o dopo una cancellazione sicura.
utilizzato Tutti i blocchi sono già stati scritti almeno una volta.
secondo il carico Prestazioni in base a uno scenario di carico riprodotto tramite i nostri profili di carico del server Iometer. Questo carico è maggiore rispetto al tipico uso domestico.
Note: Tra l'esecuzione del profilo di carico del server e questo test, all'SSD è stata concessa mezz'ora di inattività per la rigenerazione tramite garbage collection, come tra tutti gli altri test. Poiché i risultati oscillano molto fortemente con AS SSD, specifichiamo il corridoio tra i valori minimo e massimo lì.
secondo TRIM Prestazioni dopo che i blocchi sono stati nuovamente rilasciati da TRIM.
Iometer - scrittura casuale
[4K Write (fresco)]
[Scrittura 4K (usata)]
[Scrittura 4K (dopo il caricamento)]
[Scrittura 4K (dopo TRIM)]
Crucial m550 1 TB

264,2

260,1

131,5

261,0
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

259,5

259,7

208,7

257,8
Corsair Neutron GTX 480 GB

259,3

252,8

224,3

249,6
Crucial m550 256 GB

258,8

258,1

82,5

241,0
Samsung 840 Pro 256GB

250,0

253,8

29,0

254,7
Sandisk Extreme II 240 GB

242,8

245,9

51,4

244,3
Crucial MX100 256 GB

242,0

263,0

45,3

237,5
OCZ ARC 100 240 GB

232,7

229,2

187,9

228,4
Corsair Force LX 256 GB

225,8

225,1

62,9

221,0
Samsung 840 Evo 250GB

220,9

220,3

40,6

203,0
Sandisk Ultra Plus 256 GB

191,5

188,9

33,7

180,4
Sandisk Extreme da 240 GB

163,3

115,0

12,8

115,7
Samsung 840 120GB

132,9

133,5

27,0

127,6
MByte / s

Risultati molto buoni possono essere visti con la scrittura casuale 4k, per cui è possibile vedere il calo relativamente piccolo sotto carico. Gli altri soggetti di prova nel campo anteriore sono tutti dotati di un flash significativamente maggiore, il che è vantaggioso a causa delle aree di ricambio più grandi. La Radeon R7 è proprio davanti nel campo ravvicinato nei brevi burst di scrittura di AS SSD.

AS-SSD: scrittura casuale
[4K Write (fresco)]
[Scrittura 4K (usata)]
[4K Write (after Last_Minimalwert)]
[4K Write (after Last_Maximalwert)]
[Scrittura 4K (dopo TRIM)]
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

102,0

98,4

90,2

101,9

94,5
Crucial m550 1 TB

100,6

100,9

97,6

100,4

98,8
OCZ ARC 100 240 GB

100,0

96,6

87,4

97,1

95,5
Crucial MX100 256 GB

99,6

99,0

63,9

86,9

97,3
Crucial m550 256 GB

97,8

100,6

97,2

100,4

98,0
Sandisk Extreme II 240 GB

97,0

97,4

55,0

83,6

96,0
Corsair Force LX 256 GB

95,3

95,3

81,4

95,9

92,3
Samsung 840 Evo 250GB

95,2

95,2

58,6

88,1

94,6
Sandisk Extreme da 240 GB

94,5

92,2

53,6

82,0

92,8
Corsair Neutron GTX 480 GB

91,7

92,1

85,4

89,7

88,5
Sandisk Ultra Plus 256 GB

90,4

90,8

44,6

74,8

88,4
Samsung 840 Pro 256GB

88,0

88,9

63,4

88,1

85,8
Samsung 840 120GB

87,1

86,8

52,9

80,7

86,0
MByte / s

Web server, file server, workstation

Questi profili simulano l'accesso in lettura e scrittura simultaneo come si verificano nelle tipiche applicazioni server o workstation. Misuriamo le prestazioni nel modo più pratico possibile quando solo 10 GB sono liberi sull'SSD e tutti i blocchi sono già stati scritti almeno una volta da un caricamento precedente che era riproducibilmente identico per tutti i soggetti del test.

profilo descrizione
webserver Blocchi di varie dimensioni vengono letti dall'SSD. Questo profilo consente anche di trarre buone conclusioni sulle partizioni di gioco, dalle quali di solito vengono caricati nella RAM solo i file dei giochi.
File server Questo profilo simula il lavoro di un file server da cui vengono scaricati o caricati file di varie dimensioni. Un quinto degli accessi sono accessi in scrittura.
Stazione di lavoro Questo profilo simula una workstation molto utilizzata con accesso 8K. Due terzi degli accessi sono accessi in lettura, un terzo sono accessi in scrittura. Due terzi degli accessi sono casuali e un terzo sequenziale.

Questi profili rappresentano un carico di diversi minuti Le unità che eseguono una garbage collection durante i periodi di inattività beneficiano di un livello di prestazioni superiore all'inizio della misurazione.

[Iometro]
[Server web]
Samsung 840 Pro 256GB

31500,0
Samsung 840 Evo 250GB

30744,1
Samsung 840 120GB

29824,1
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

28973,9
Crucial m550 1 TB

28374,3
OCZ ARC 100 240 GB

26441,1
Crucial m550 256 GB

26157,3
Corsair Force LX 256 GB

25475,6
Crucial MX100 256 GB

24566,7
Sandisk Extreme II 240 GB

24107,4
Corsair Neutron GTX 480 GB

24077,3
Sandisk Extreme da 240 GB

18938,4
Sandisk Ultra Plus 256 GB

17251,3
IOPS / s

Il benchmark del server Web consente la lettura continua di dati di varie dimensioni di blocco e mostra che le prestazioni di lettura sintetica inferiori non hanno un effetto negativo nella pratica come suggeriscono i benchmark sintetici. Nel segmento entry-level, l'ARC 100 deve solo ammettere la sconfitta del Samsung EVO.

[Iometro]
[File server]
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

28599,0
Crucial m550 1 TB

28219,6
OCZ ARC 100 240 GB

26362,1
Corsair Neutron GTX 480 GB

22986,5
Sandisk Extreme II 240 GB

20031,7
Crucial MX100 256 GB

17044,0
Sandisk Extreme da 240 GB

16410,3
Samsung 840 Evo 250GB

15682,3
Samsung 840 Pro 256GB

14102,8
Crucial m550 256 GB

13885,9
Corsair Force LX 256 GB

12054,9
Sandisk Ultra Plus 256 GB

11602,3
Samsung 840 120GB

8325,0
IOPS / s

Questo mostra chiaramente i punti di forza dei modelli Barefoot 3 di OCZ. La Radeon R7 supera chiaramente la concorrenza nei due test orientati alla scrittura. Ha anche prestazioni più elevate rispetto alla variante da 1 TB dell'M550 di Crucial, sebbene abbia un vantaggio con aree di riserva significativamente più grandi. L'influenza della dimensione dell'unità diventa chiara quando la si confronta con il valore misurato della versione da 256 GB dell'M550. Anche la promessa di OCZ di prestazioni di scrittura durature sotto carico può essere vista come soddisfatta qui.

[Iometro]
[Workstation]
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

38440,4
OCZ ARC 100 240 GB

38000,1
Crucial m550 1 TB

35515,2
Corsair Neutron GTX 480 GB

26852,5
Sandisk Extreme II 240 GB

21413,8
Sandisk Extreme da 240 GB

15622,1
Crucial m550 256 GB

13170,2
Sandisk Ultra Plus 256 GB

11320,9
Samsung 840 Evo 250GB

10846,4
Corsair Force LX 256 GB

10138,8
Samsung 840 120GB

9483,1
Samsung 840 Pro 256GB

7546,2
Crucial MX100 256 GB

7464,0
IOPS / s

HT4U OpenOffice copy test

Il nostro test di copia di OpenOffice duplica i file di installazione di OpenOffice sul test drive. Poiché gli SSD di oggi lo fanno in pochissimo tempo, abbiamo aumentato di dodici volte la quantità di dati. Alla fine, 3,06 GB in oltre 48.000 file di varie dimensioni vengono letti sul test drive e immediatamente scritti in un'altra posizione sul test drive.
[Xcopia]
[OpenOffice copy test]
Samsung 840 120GB

50,8
Sandisk Ultra Plus 256 GB

43,2
Sandisk Extreme II 240 GB

35,3
Corsair Neutron GTX 480 GB

34,9
OCZ ARC 100 240 GB

34,5
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

34,3
Samsung 840 Pro 256GB

33,4
Sandisk Extreme da 240 GB

33,4
Samsung 840 Evo 250GB

32,3
Crucial MX100 256 GB

31,4
Crucial m550 256 GB

30,5
Corsair Force LX 256 GB

30,1
Crucial m550 1 TB

30,0
Durata in secondi (meno è meglio)

Nel semplice test di copia, la persona che esegue il test corre nel campo centrale senza alcuna anomalia.

Benchmark di traccia PCMark7

PCMark7 simula vari casi d'uso rivolti principalmente a contenuti multimediali privati. Dai test di memoria disponibili in PCMark7, abbiamo selezionato quelli che mostrano le maggiori differenze di prestazioni tra dispositivi delle più svariate classi di prestazioni.
[Segnale PC, 7]
[Importazione di immagini]
Corsair Neutron GTX 480 GB

30,4
Samsung 840 Pro 256GB

30,4
Crucial m550 256 GB

30,3
Crucial m550 1 TB

30,3
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

30,2
Sandisk Extreme da 240 GB

30,1
OCZ ARC 100 240 GB

29,9
Samsung 840 Evo 250GB

29,3
Crucial MX100 256 GB

28,4
Sandisk Extreme II 240 GB

28,2
Corsair Force LX 256 GB

27,5
Sandisk Ultra Plus 256 GB

26,5
Samsung 840 120GB

21,0
MByte / s

Con la leggera debolezza di lettura e il forte comportamento di scrittura, la Radeon R7 non può davvero distinguersi dalla concorrenza nei test pratici più orientati alla lettura. Le priorità con questa unità sono i carichi più pesanti.

[Segnale PC, 7]
[Montaggio video]
Samsung 840 Evo 250GB

23,7
Samsung 840 Pro 256GB

23,7
Sandisk Extreme da 240 GB

23,6
Crucial m550 256 GB

23,4
Crucial m550 1 TB

23,4
Sandisk Extreme II 240 GB

23,3
Crucial MX100 256 GB

23,3
Samsung 840 120GB

23,2
Corsair Force LX 256 GB

23,2
Sandisk Ultra Plus 256 GB

23,2
Corsair Neutron GTX 480 GB

22,4
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

22,3
OCZ ARC 100 240 GB

22,3
MByte / s
[Segnale PC, 7]
[Inizio applicazione]
Crucial MX100 256 GB

69,3
Samsung 840 Pro 256GB

67,5
Crucial m550 1 TB

63,6
Crucial m550 256 GB

63,2
Corsair Force LX 256 GB

62,0
Samsung 840 120GB

60,9
Sandisk Extreme II 240 GB

60,6
Samsung 840 Evo 250GB

59,1
Sandisk Ultra Plus 256 GB

58,3
Sandisk Extreme da 240 GB

56,8
Corsair Neutron GTX 480 GB

55,1
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

52,4
OCZ ARC 100 240 GB

51,8
MByte / s
[Segnale PC, 7]
[Giochi]
Samsung 840 Pro 256GB

17,5
Samsung 840 Evo 250GB

17,3
Sandisk Extreme da 240 GB

17,2
Crucial m550 256 GB

17,1
Sandisk Extreme II 240 GB

17,1
Crucial m550 1 TB

17,0
Crucial MX100 256 GB

17,0
Samsung 840 120GB

17,0
Corsair Force LX 256 GB

17,0
Sandisk Ultra Plus 256 GB

16,9
Corsair Neutron GTX 480 GB

16,7
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

16,3
OCZ ARC 100 240 GB

16,3
MByte / s

Curve di carico continue

Questo test si basa sulla "specifica del test delle prestazioni dello storage a stato solido" della SNIA (Storage Networking Industry Association). Dovrebbe mostrare il comportamento dell'SSD sotto carico continuo e mostrare anche su quali prestazioni minime l'utente può fare affidamento e quanto sono stabili le prestazioni in tal caso. A tal fine, l'SSD viene scritto continuamente con scritture casuali 4k con una profondità della coda di 32. Più a lungo l'SSD può mantenere le sue elevate prestazioni iniziali e maggiori sono le prestazioni permanenti dopo il rodaggio, meglio è. Questo scenario di prova è così Caso peggiore e meno importante per le normali applicazioni domestiche in quanto tende a indirizzare carichi più elevati. Questo test mostra la perdita di prestazioni nel tempo con carico costante. Con carichi inferiori o meno accessi paralleli, la perdita di prestazioni si verificherà di conseguenza solo in seguito!

Guardando il grafico, si ha l'impressione che l'SSD venga trattenuto artificialmente a un livello compreso tra 73.000 e 75.000 IOPS, perché all'inizio della fase di transizione l'unità aumenta nuovamente fino a oltre 80.000 IOPS. Come con qualsiasi SSD, le prestazioni calano nella fase di transizione quando non ci sono più blocchi liberi e la garbage collection deve garantire attivamente blocchi liberi anche durante la scrittura. La Radeon R7 scende a una media di 20.000 IOPS, il che la pone ben al di sopra della concorrenza. Il vantaggio sull'ARC 100 è probabilmente dovuto alla maggiore frequenza del controller. La versione M10 del Barefoot 3 sull'ARC 100 ha una frequenza di 352 MHz, mentre la versione M00 della Radeon 7 funziona a 397 MHz.

Prestazioni allo stato stazionario

Stato stazionario significa

AMD OCZ Radeon R7 240 GB

20000,0
OCZ ARC 100 240 GB

18300,0
Corsair Neutron GTX 480 GB

12300,0
Sandisk Extreme II 240 GB

9900,0
Samsung 840 120GB

5200,0
Samsung 840 Pro 256GB

4900,0
Crucial m550 1 TB

4900,0
Crucial m550 256 GB

4200,0
Crucial MX100 256 GB

4200,0
Corsair Force LX 256 GB

3900,0
Sandisk Extreme da 240 GB

3400,0
Samsung 840 Evo 250GB

3400,0
Sandisk Ultra Plus 256 GB

3400,0
IOPS

Inoltre, si può affermare che il controller cancella alcuni blocchi tramite garbage collection durante i periodi di inattività. Ha dimostrato che questo non può essere dato per scontato prova il Samsung 840 Pro, che quindi ha fatto relativamente male per un modello di prestazioni nello scenario di carico nel test di scrittura Iometer sequenziale.

input

Misuriamo il consumo energetico reale utilizzando una pinza amperometrica nei cinque scenari applicativi Idle, Lettura casuale, Scrittura casuale, Lettura sequenziale e Scrittura sequenziale. Da questi cinque valori di base, ognuno può determinare il consumo totale appropriato, a seconda della distribuzione delle condizioni nel caso specifico.
In pratica, la parte inattiva predomina nettamente, poiché gli SSD sono usati raramente in modo continuo.
Stromverbrauch

inattivo

Corsair Neutron GTX 480 GB

1,3
Crucial m550 256 GB

1,1
Crucial m550 1 TB

1,1
Crucial MX100 256 GB

1,0
OCZ ARC 100 240 GB

0,9
Sandisk Ultra Plus 256 GB

0,7
Sandisk Extreme da 240 GB

0,7
Sandisk Extreme II 240 GB

0,6
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

0,6
Samsung 840 120GB

0,4
Samsung 840 Pro 256GB

0,4
Samsung 840 Evo 250GB

0,4
W

I valori in idle non sono molto elevati con risultati intorno a 0,6 watt. Poiché le modalità di risparmio energetico aggiuntive come DevSleep non sono supportate, il consumo di energia non può essere ulteriormente ridotto.

Stromverbrauch

Lettura casuale

Sandisk Extreme II 240 GB

2,1
Sandisk Extreme da 240 GB

1,8
Corsair Neutron GTX 480 GB

1,8
Crucial m550 1 TB

1,8
Crucial m550 256 GB

1,8
Samsung 840 Evo 250GB

1,7
Crucial MX100 256 GB

1,6
Samsung 840 Pro 256GB

1,4
Samsung 840 120GB

1,2
Sandisk Ultra Plus 256 GB

1,1
OCZ ARC 100 240 GB

1,1
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

1,0
W
Stromverbrauch

Seq. Leggere

Corsair Neutron GTX 480 GB

3,3
Sandisk Extreme II 240 GB

2,9
Crucial m550 1 TB

2,8
Samsung 840 Evo 250GB

2,8
Crucial m550 256 GB

2,7
Sandisk Extreme da 240 GB

2,6
Samsung 840 Pro 256GB

2,3
Sandisk Ultra Plus 256 GB

2,3
Crucial MX100 256 GB

2,1
OCZ ARC 100 240 GB

2,0
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

1,9
Samsung 840 120GB

1,2
W
Stromverbrauch

Scrittura casuale

Corsair Neutron GTX 480 GB

5,0
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

3,8
Sandisk Extreme da 240 GB

3,5
Crucial m550 1 TB

3,2
Sandisk Extreme II 240 GB

3,0
Crucial m550 256 GB

2,9
Crucial MX100 256 GB

2,6
Samsung 840 Pro 256GB

2,4
OCZ ARC 100 240 GB

2,3
Sandisk Ultra Plus 256 GB

2,2
Samsung 840 Evo 250GB

2,0
Samsung 840 120GB

1,5
W
Stromverbrauch

Seq. Scrivi

Corsair Neutron GTX 480 GB

5,3
Crucial m550 1 TB

4,8
Sandisk Extreme II 240 GB

4,6
AMD OCZ Radeon R7 240 GB

4,4
Crucial m550 256 GB

4,3
Sandisk Extreme da 240 GB

4,0
OCZ ARC 100 240 GB

3,9
Samsung 840 Pro 256GB

3,6
Sandisk Ultra Plus 256 GB

3,0
Samsung 840 Evo 250GB

2,5
Crucial MX100 256 GB

2,5
Samsung 840 120GB

1,9
W

Per ragioni tecnologiche, le scartoffie sono le più assetate di energia, poiché le celle devono essere caricate e scaricate e il controller ha il maggior sforzo di elaborazione. Il consumo di 5 watt sembra molto per gli SSD, ma non dovresti perdere di vista il fatto che nella maggior parte dei casi questi sono inattivi e quando è necessario fare qualcosa, è principalmente l'accesso in lettura. Pertanto dovresti sempre vedere questi risultati in relazione al tuo utilizzo dell'SSD.

Conclusione

Riassumiamo come si comporta l'unità nelle singole categorie: mentre le semplici informazioni sulle prestazioni per le velocità di lettura e scrittura sequenziali non si distinguono dalla concorrenza, l'SSD Radeon R7 supera chiaramente la concorrenza sotto carico . D'altra parte, si indebolisce quando si legge in modo casuale rispetto agli altri modelli del segmento delle prestazioni, ma è ancora più evidente quando si scrive in modo casuale.

Punteggio del test AMD OCZ Radeon R7 240 GB
Prestazioni di lettura +
Scrittura delle prestazioni +
Durevolezza +
Carico segmento semi / professionale ++
input o
Consegna o
Livello dei prezzi nel segmento delle prestazioni (al 14.02.2015/XNUMX/XNUMX) ++
Prezzo per GB (confronto prezzi 14.02.2015/XNUMX/XNUMX) € 0,52 / GB (240 GB)
Opzioni di punteggio: ++ [molto buono] / + [buono] / o [soddisfacente] / - [cattivo] / - [molto cattivo]

Il marketing colloca l'SSD Radeon R7 come unità per i giocatori. Questo SSD non è meno adatto a questo rispetto ai prodotti concorrenti. La debolezza misurabile della lettura è misurabile solo nella pratica, ma non evidente. La Radeon R7 si distingue positivamente per le sue prestazioni molto migliori negli scenari di carico rispetto alla concorrenza. In altre parole, proprio la zona dove il grano è ancora separato dalla pula in questi giorni.

modello Confronto dei prezzi con Geizhals (febbraio 2015)
AMD Radeon R7 240 GB 125€
Crucial M550 256 GB 100€
Corsair Neutron GTX 240 GB 173€
Samsung 840 Pro 256 GB 143€
Samsung 850 Pro 256 GB 143€
SanDisk Extreme Pro 240 GB 130€

Inoltre, il loro prezzo è diminuito notevolmente da quando è stato lanciato. Nel campo dei modelli ad alte prestazioni ci sono candidati più economici come il Crucial M550 con 256 GB. Tuttavia, questo ha velocità di scrittura inferiori e prestazioni ancora inferiori sotto carico. Sebbene la Radeon R7 possa difficilmente distinguersi dalla concorrenza in sistemi con poco carico, nulla parla contro un bundle nel computer di un giocatore. Ma il suo rapporto qualità-prezzo è davvero imbattibile come SSD economico nell'uso della workstation.

[ri], 14 febbraio 2015

A proposito di David Maul

David Maul ha una laurea in informatica aziendale con una passione per l'hardware