5 miti VPN: chiariamo i malintesi sulla VPN!

I malintesi sulle VPN portano a rischi per la sicurezza. Reti private virtuali (VPN) gioca un ruolo cruciale nella tua sicurezza su Internet e nel migliorare il tuo anonimato. Tuttavia, poiché l'introduzione delle VPN sta aumentando rapidamente e i provider VPN stanno vivendo un vero boom, soprattutto quando si tratta di apprendimento remoto, vorremmo aiutare a eliminare i malintesi comuni che gli utenti VPN hanno riguardo all'introduzione, all'implementazione e all'uso delle VPN. Quindi ecco 5 miti VPN che semplicemente non sono veri.

Mito 1: le VPN offrono un anonimato completo

Poiché le VPN sono progettate per oscurare le informazioni degli utenti, molti utenti presumono che le reti private virtuali forniscano un completo anonimato end-to-end. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità.

"Non esiste l'anonimato per gli utenti VPN" - Brad Tilley, direttore dell'architettura di sicurezza presso Virginia Tec

Tilley continua: “Per connettersi a una VPN, gli utenti dovrebbero autenticarsi. Questa autenticazione può avvenire tramite nome utente e password, certificati, chiavi, ecc. In ogni caso, l'utente o il dispositivo che si connette è noto e assegnato a una persona o reparto all'interno dell'organizzazione ".

Mito 2: le VPN non raccolgono dati

Poiché i tunnel VPN sono progettati per proteggere le informazioni, gli utenti possono anche presumere che le VPN non raccolgano dati. Anche questo in molti casi non è corretto. Poiché le VPN funzionano a livello IP, registrano indirizzi IP, date, orari e durata delle connessioni. Alcuni possono anche tenere traccia del numero di byte inviati e ricevuti tramite la connessione.

Gli agenti VPN estesi possono anche raccogliere e condividere i dati dei client, ad es. B. Versioni del sistema operativo, stato dell'antivirus e informazioni su patch e software.

Mito 3: le VPN gratuite ea pagamento sono ugualmente buone

Ci sono tantissime VPN gratuite e commerciali in giro. In effetti, sempre più utenti si stanno orientando verso soluzioni gratuite. Una decisione in parte fatale. Vale la pena notare che mentre gli elementi costitutivi di base per VPN a pagamento e gratuite sono gli stessi, VPN gratuite non sono sempre informati in anticipo delle loro linee guida sullo scambio di dati. Alcune versioni meno affidabili possono persino contenere malware.

Secondo Tilley, i servizi commerciali offrono anche ulteriori extra come la possibilità di personalizzare le funzioni chiave e controllare determinate condizioni. In combinazione con accordi di utilizzo dei dati più trasparenti, le VPN commerciali tendono a offrire una protezione notevolmente migliore.

Mito 4: le VPN si "accendono e dimenticano"

Le VPN possono crittografare il traffico e mascherare le azioni degli utenti. Tuttavia, tieni presente che potrebbero esserci potenziali problemi strutturali. Le connessioni VPN a tunnel completo consentono a tutte le connessioni di funzionare completamente attraverso la VPN tramite un server aggiuntivo. Questo può portare a connessioni lente.

Soprattutto se desideri utilizzare la VPN per lo streaming, dovresti assicurarti che non rallenti troppo la tua connessione Internet. Anche se vuoi giocare online, una VPN può portare a ritardi indesiderati. In questi casi, purtroppo, l'unica cosa che aiuta è disattivare la VPN o una provider VPN più veloce da trovare.

potresti essere interessato anche a:

Mito 5: le reti private virtuali sono impenetrabili

Le VPN migliorano sicuramente la sicurezza su Internet. Ma questo può portare all'idea sbagliata diffusa che gli utenti VPN abbiano una protezione impenetrabile.

Tilley chiarisce: “La sicurezza di una connessione VPN è alta solo quanto le credenziali utilizzate per accedere alla VPN. Ad esempio, se un'organizzazione consente password deboli, la VPN e i suoi dati organizzativi saranno compromessi ", afferma. Ovviamente, questo vale anche per la tua VPN a casa.

In altre parole, le VPN possono servire solo come livello di sicurezza. Oltre a password complesse e controlli di autenticazione. Speriamo di poterti aiutare con i nostri 5 miti sulla VPN sulle idee sbagliate più comuni in circolazione VPN illuminare.

A proposito di Kevin Benckendorf

Kevin Benckendorf è cresciuto in Germania, ma a casa in tutto il mondo. La sua passione è l'ultima tecnologia. Che si tratti di hardware o software. È sempre aggiornato e testa le migliori nuove uscite per te.

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * evidenziato.